Dolore cervicale e sistema visivo: come gli occhi influiscono sulla tua postura

Anche detta cervicalgia, il dolore alla cervicale è un disturbo muscolo-scheletrico. Il fulcro del fastidio si identifica nella rachide-cervicale e colpisce tutte le strutture quali muscoli, vertebre e nervi. Nella maggior parte dei casi questa problematica è accompagnata da forte nausea, vertigini e mal di testa.

Il dolore cervicale trova le sue cause in differenti fattori quali:

  1. postura scorretta
  2. periodi di forte stress fisico ed emotivo
  3. colpo di freddo
  4. eventi traumatici come il colpo di frusta, movimenti bruschi ecc.
    osteofiti
  5. ernia cervicale
  6. ipercifosi dorsale
  7. iperlordosi lombare

Recenti studi hanno individuato tra le possibili cause di dolore cervicale anche una connessione tra la postura scorretta e alcuni disturbi del sistema visivo.

Gli argomenti di questo post:

 

Come influiscono gli occhi sulla postura

Come accennato in precedenza la postura scorretta è una tra le principali cause del dolore cervicale.
Tuttavia, è opportuno considerare che in alcuni casi questa deriva proprio da un disturbo visivo. Studenti o lavoratori che trascorrono la maggior parte della giornata seduti a una scrivania davanti ad un computer o ai libri tendono a mantenere una posizione sbagliata per diverse ore. Questo perchè, il cervello, per correggere il difetto visivo invia al sistema nervoso l’input di modificare la posizione del corpo per permettere al soggetto di correggere il vizio o la mancanza di diottrie.
Dunque, la postura e i movimenti del corpo, vengono orientati in maniera poco corretta alterando, di conseguenza, la simmetria muscolare e scheletrica del corpo.
Nello specifico, il dolore cervicale e quindi i fastidi che interessano quell’area del corpo, possono derivare dall’inclinazione errata della testa.

La postura è l’insieme dei fenomeni neurofisiologici, neuropsichici e biomeccanici. Questi fattori vengono influenzati da diversi agenti come la vista ma anche i movimenti della testa, la deambulazione, l’inclinazione che assume la testa e il collo o i movimenti derivanti dalla respirazione.
Tuttavia, è opportuno considerare che esistono i cosiddetti fattori interni che influenzano la postura: tra questi l’informazione propriocettiva che ricopre un ruolo fondamentale nell’equilibrio tonico oculare. Nei fattori esterni, invece, le percezioni uditive e visive sono fondamentali per ricavare lo spazio extra-personale. Nel caso in cui questi dati non fossero acquisiti correttamente o venissero sfalsati per qualsivoglia motivo, si potrebbero manifestare problematiche di natura visiva e di conseguenza problematiche legate alla postura. Queste sono la principale causa di diversi fastidi tra cui dolore cervicale, forte nausea, mal di testa persistente e vertigini.

In generale, si può dire che la postura viene modificata dal cervello in base alle percezioni e agli stimoli che questo acquisisce dai vari apparati. Esso quindi tende a correggere il deficit percettivo (visivo) mediante flessioni e inclinazioni del capo le quali, con il passare del tempo, causano contratture cervicali e fastidi connessi ad esse.
Quando questi sopraggiungono è necessario rivolgersi a un posturologo il quale, mediante apposite valutazioni, saprà indicare se il dolore cervicale dipenda dai difetti della vista.

uomo in ufficio con postura scorretta

Cos’è la posturologia?

Viene definita posturologia la scienza che si occupa di studiare il sistema posturale e la connessione che intercorre tra esso e differenti apparati tra cui quello sensoriale. Per queste ragioni gli specialisti di questo settore sapranno consigliare al paziente una terapia ed eventualmente una visita più approfondita presso oculisti, optometristi, ortopedici ecc
Inoltre, per ottenere una diagnosi precisa e accurata è consigliabile effettuare una visita oculistica durante la quale, lo specialista, sarà in grado di fornire al paziente ulteriori spiegazioni sul suo malessere.
Il posturologo, dunque, può essere definito come un professionista qualificato che si occupa della diagnosi e della riabilitazione di problematiche posturali. Il suo compito è quello di riequilibrare il rapporto tra il corpo e l’ambiente e dunque di valutare se vi sono incongruenze tra i segnali inviati dall’ambiente e dai recettori al cervello e gli output che esso invia al sistema predisposto al controllo della postura.
Alla base di questa disciplina vi è proprio lo studio delle possibili incongruenze tra i segnali in entrata e in uscita i quali sarebbero la causa della postura scorretta e dei conseguenti dolori e fastidi che ne derivano.

Quali sono i metodi attraverso cui lo specialista individua la connessione tra il dolore cervicale e i problemi di vista?

Generalmente gli specialisti si avvalgono delle valutazioni dinamiche dei movimenti, delle manovre di convergenza podalica, valutazioni psicologiche e dell’osservazione dell’attività motoria al fine di rilevare le cause del dolore cervicale. Quando il posturologo procede con la valutazione dinamica dei movimenti si appresta a richiedere al paziente di assumere determinate posizioni che interessano il capo o il busto per constatare se vi siano dolori o problematiche relative al movimento. Per quanto concerne la manovra di convergenza podalica, il posturologo valuta la resistenza muscolare mediante la rotazione verso l’interno delle punte dei piedi. In questo modo, dunque, lo specialista è in grado di valutare accuratamente se vi sono deficit a livello muscolare o se si tratta di un disturbo correlato ai problemi visivi. Esso, nel caso in cui lo ritenesse necessario, suggerirà al paziente di consultare un optometrista per correggere il difetto visivo e conseguentemente i dolori cervicali. Infatti, il professionista optometrista, valuterà altresì la percezione e creerà, in base ad essa, l’occhiale prismatico. Indossarlo consentirà al paziente di allineare gli occhi mediante il lavoro dei muscoli oculari. Ogni occhiale, infatti viene creato in base alle specifiche necessità del paziente e permette di riallineare e sincronizzare i muscoli oculari. L’optometrista lavorerà, dunque, in sinergia con altri professionisti ortopedici e posturologi per migliorare la qualità della vita del paziente e per eliminare il fastidioso problema dei dolori cervicali.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>