Cervicale: dolore e infiammazione di origine posturale

Hai problemi di dolore cervicale? Quasi sei italiani su dieci soffrono di cervicale, un disturbo muscolo scheletrico che interessa la regione posteriore del rachide cervicale.

dolore cervicale postura

Se accusi dolore al collo, tensione tra testa e spalle e mal di testa con coinvolgimento della fronte e dell’area intorno agli occhi, potresti anche tu soffrire di questo problema.

Se così fosse, non sottovalutare il problema e rivolgiti a un posturologo. Il dolore al collo, non adeguatamente trattato, può ripercuotersi sul corpo e causare contratture muscolari ed infiammazioni articolari. Con effetti di una ridotta funzionalità di collo e spalle.

Che cos’è la cervicale?

La cervicale è un’infiammazione delle vertebre cervicali comprese tra C1 e C7.

In relazione alla precisa area interessata, si distinguono tre diverse tipologie di dolore cervicale.

  • Cervicalgia: disturbo spesso confuso con il torcicollo accompagnato da dolore al collo, rigidità muscolare e ridotta mobilità
  • Sindrome cervico-brachiale: disturbo caratterizzato da dolore a spalle, braccia e mani. A causa della compressione dei nervi cervicali, possono manifestarsi formicolio e maggiore sensibilità agli arti superiori
  • Sindrome cervico-cefalica: disturbo che causa mal di testa, vertigini, disturbi alla vista e all’udito, vomito e nausea

Soffri di dolore cervicale e infiammazione?
Sono a tua disposizione a Torino.

👉🏽 Contattami per una visita


Cervicale cause: sintomi e cause della cervicalgia

Il dolore cervicale può essere di lieve, moderata o forte intensità. Può interessare una zona ben precisa del collo o coinvolgere una parte più ampia.

I dolori cervicali sono, inoltre, di durata variabile. Nei casi meno gravi, si osserva per esempio una regressione spontanea dei sintomi entro alcuni giorni. Nelle forme più complesse, il disturbo assume invece carattere cronico o cronico-intermittente e la sua durata oscilla tra mesi ed anni.

Tra i sintomi associati alla cervicale, si distinguono:

  • mal di testa
  • vertigini
  • torcicollo
  • dolore e/o debolezza a spalle e braccia
  • formicolio, intorpidimento e ridotta forza dell’arto superiore
  • disturbi dell’equilibrio
  • ridotta mobilità del collo

Quando parliamo di dolori cervicali, è bene fare una distinzione tra fattori di rischio e cause. Questo proprio perché concorrono alla comparsa del disturbo.

I fattori di rischio comprendono:

  • mobilità del rachide cervicale
  • colpi di freddo ed umidità
  • stress psicologico
  • stile di vita sedentario

Le cause possono, invece, essere di diversa natura.

  • Traumatiche: infortuni e colpi di frusta conseguenti ad incidente stradale
  • Neurologiche: iperattività del sistema nervoso parasimpatico
  • Metaboliche: disturbi metabolici con conseguente indebolimento dei muscoli
  • Meccaniche: malocclusione dentale, respirazione toracica e non diaframmatica e cattive posture

Il rapporto tra postura dolore cervicale

La postura può essere definita come la posizione assunta dal corpo nello spazio. E oltre a questo è anche il frutto delle informazioni raccolte dai recettori e successivamente elaborate.

Assumere posture corrette è essenziale per prevenire dolori fisici e traumi muscolari ed osteo articolari.

Atteggiamenti posturali anomali, assunti durante il giorno e perfino quando dormi, possono difatti stressare muscoli, articolazioni e nervi causando dolori alla cervicale.

Quali possono essere le cause dei dolori cervicali?

Per la precisone, i dolori cervicali possono essere causati da una variazione della curva fisiologica di lordosi cervicale o da alterazioni sul piano frontale o trasversale (collo inclinato o ruotato).

Altre volte, il dolore alla cervicale di origine posturale può nascondere un problema alla vista. Disturbi anche lievi di questo genere trovano difatti compensazione in anomale posizioni del capo con conseguente dolore al collo.

Credi che il tuo malessere possa essere riconducibile alla vista? Allora leggi anche quest’articolo dove parlo nello specifico del legame tra dolore cervicale e sistema visivo.

La rettilineizzazione del rachide cervicale

La rettilineizzazione del rachide cervicale è la riduzione della fisiologica lordosi cervicale. A causa di un’anomala contrattura del muscolo lungo del collo, la lordosi tende difatti a raddrizzarsi con possibile inversione della curva.

All’origine di tale fenomeno potenzialmente responsabile del dolore alla cervicale, vi sono errate posture quotidiane.

Per esempio, se trascorri molte ore davanti allo smartphone o al PC, sposterai quasi certamente il collo in avanti e contrarrai i muscoli cervicali favorendo l’insorgenza del dolore alla cervicale.

Tra i sintomi del collo in avanti, figurano:

  • rigidità nei movimenti di rotazione
  • compromessa estensione nel guardare, per esempio, il soffitto
  • facilitata flessione in avanti della testa
  • mal di testa
  • sbandamenti
  • vertigini
  • nausea
  • spalle chiuse con compromessa apertura

Vuoi scongiurare il malessere causato dall’uso protratto di dispositivi tecnologici e dalla cattiva postura? Ti consiglio di leggere questo approfondimento sul dolore cervicale dove ti fornisco alcuni utili suggerimenti che puoi mettere in pratica fin da subito.

La posizione di testa e collo durante la notte

Se al mattino ti svegli con torcicollo e mal di testa, potresti avere la cervicale infiammata.

Il dolore che avverti potrebbe infatti essere causato da una postura scorretta adottata durante il sonno.

Per esempio ti è successo che pieghi la testa o il collo rimanendo per molte ore in una posizione scomoda? Muscoli, legamenti ed articolazioni sono infatti sollecitati in modo scorretto. Proprio per questo causano dolore e rigidità mattutina.

Quindi dal punto di vista pratico, ti consiglio di usare un cuscino più basso e dormire supino. Oppure in alternativa sul fianco. Quindi evita di metterti a pancia in giù (posizione prona). Proprio perché la testa resterebbe ruotata per diverso tempo causando una tensione muscolare eccessiva.


Soffri di dolore cervicale di origine posturale e cerchi rimedi?
Sono posturologo a Torino e posso aiutarti a correggere la postura.

👉🏽 Contattami per una consulenza


yoga dolore cervicale

Rimedi per la cervicale da cattiva postura

Il mio consiglio, se soffri di dolori cervicali da cattiva postura, è di rivolgerti sempre a un posturologo. Nel frattempo, puoi però seguire dei piccoli accorgimenti e provare alcuni rimedi che ti aiuteranno certamente a trovare sollievo.

Per prima cosa, presta attenzione alla distribuzione dei pesi e cerca sempre di suddividere il carico tra le braccia in modo equilibrato.

Quando svolgi dei lavori in piedi come lavare i piatti o stirare, evita di piegare la schiena e la testa in avanti. L’altezza del piano di lavoro deve essere tale da permetterti di piegare il gomito a 90 gradi.

Attenzione, inoltre, alla postura che adotti quando sei alla guida o guardi la televisione. Nel primo caso, accertati di appoggiare bene schiena e collo al sedile. Nel secondo, evita di sprofondare sullo schienale del divano o della poltrona ed usa un sostegno come un cuscino.

Infine, fai attenzione a come ti muovi durante le fasi acute. Cerca di riposare ed evita di sollecitare la zona del collo perché infiammata. Per trovare sollievo e rilassare i muscoli cervicali, puoi usare cuscini riscaldanti o far scorrere l’acqua calda della doccia sulla parte dolente.

Come hai potuto vedere, questi sono alcuni utili accorgimenti che tutti noi dovremmo applicare per evitare e/o attenuare i dolori cervicali. Ci sono poi veri e propri rimedi per la cervicale che ti aiutano, giorno dopo giorno, a lasciarti alle spalle quel fastidioso dolore al collo.

Lo yoga per la cervicale

Lo yoga è una disciplina molto utile in caso di dolore alla cervicale. Gli esercizi di allungamento, gli stiramenti, la corretta respirazione e le posizioni mantenute nel tempo possono, difatti, ridurre progressivamente l’infiammazione alle vertebre cervicali.

Lo yoga ti permette, inoltre, di lavorare su stress ed ansia, elementi che concorrono certamente all’insorgenza del disturbo.

La ginnastica posturale per problemi cervicali

La ginnastica posturale, come dice il nome stesso, ti permette di migliorare la postura. Molti esercizi ti consentono di lavorare su collo e spalle inquadrando la cosiddetta ginnastica posturale cervicale. Dovrai, dunque, concentrarti sulla respirazione diaframmatica e sulla mobilità delle spalle senza trascurare, però, il rafforzamento della muscolatura posteriore.

Anche il nuoto aiuta la cervicale

Il nuoto è spesso considerato la panacea di tutti i mali, cervicale compresa. L’attività natatoria può certamente aiutarti a rafforzare la muscolatura, ma fai sempre attenzione ad eventuali dolori alla base del collo tra una bracciata e l’altra. Privilegia, inoltre, stili come la rana ed il dorso perché ti permettono di mantenere la testa ferma ed in posizione standard.

 


Sono a tua disposizione per qualsiasi problema a livello cervicale

👉🏽 Contattami per un appuntamento o consigli


Call Now Button